Skip to content

Orco Alto

Orco Alto published on

Orco0002 Questo tratto del maggiore torrente del Canavese è ormai poco frequentato a causa dei massicci prelievi che lo rendono quasi sempre impossibile da percorrere. Quando però, come in questo periodo, a causa delle abbondanti precipitazioni in concomitanza del disgelo, i livelli sui tratti più classici sono molto elevati, è possibile riscoprire questo percorso tecnico e molto divertente.

L’imbarco è in corrispondenza della frazione Fé a valle di Noasca. Lo sbarco a valle di Fornolosa, presso la galleria sulla SP 460. La difficoltà è mediamente di 4° grado, con un passaggio di 5°+ (strettoia tra le rocce con salto obliquio nicchiato) trasbordabile in riva sx. L’artificiale che si incontra circa 500 mt a valle dell’imbarco è percorribile a dx o eventualmente trasbordabile, sempre a dx. La strada è vicina al fiume, quindi l’appoggio esterno è quasi sempre possibile. Il tratto dopo l’artificiale e fino a 2/300 mt. a valle del ponte in località Frera, presenta un livello più basso a causa di prelievo, ed è meno interessante. Quando l’acqua viene restituita e il torrente ridiventa interessante si è in prossimità della strettoia con passaggio di 5°+. A valle del passaggione inizia il tratto più interessante, con una bella rapida tecnica di 4°+. Lo sbarco è in prossimità di uno sbarramento con presa d’acqua e relativa centralina (tanto per cambiare). A valle il percorso sarebbe ancora interessante, ma il livello trovato non era sufficiente.

Please follow and like us:

Primary Sidebar

Facebook
Twitter
Google+
http://www.paddlingitaly.com/orco-alto/">
RSS
Follow by Email